Verbale Direttivo 04 aprile 12

Verbale Riunione Direttivo mercoledì 4 aprile 2012 ore 18:00-20:00

Presenti: De Battisti, Ballarin, Carella, Dionisi, Ghezzo, Michieli, Milani, Povolato, Pozzobon, Reither, Valente, Vianello E., Zanetti

Assenti: Aprà, Cassani, Chiosi, Frasson, Giada, Leo, Pojana, Plevani

Responsabile Verbale: Michieli

Il Segretario De Battisti apre la riunione con delle comunicazioni relative a:

  • sede per il Circolo: sono state individuate alcune soluzioni, almeno tre, da presentare al Partito;

  • comunicazioni del Consiglio Comunale: in particolare sulla situazione del Casinò.

Casinò

Povolato chiede la parola sulla questione del Casinò. Mette in evidenza che la privatizzazione è una scelta già fatta ed è molto probabile che esista già un candidato gestore che intende intervenire sulla vicenda, altrimenti non si sarebbero fatti questi passi da parte dell’Amministrazione. L’aspetto politico rilevante è l’assenza del partito sulla questione: essenzialmente si è preso atto del ruolo del Sindaco nel vicenda. A fronte dei problemi che pur esistono nel Casinò, ci si è trovati comunque di fronte ad una gestione fallimentare dell’azienda, che valeva la pena sottolineare da parte del Partito.

De Battisti aggiunge che l’obiettivo dell’operazione del Casinò si basa sul vantaggio comunque che il Comune ricerca, dato il peso che il Casinò ha sul bilancio comunale.

De Battisti introduce quindi l’odg:

  • la calendarizzazione e la programmazione;

  • i risultati del gruppo di lavoro Mobilità e Trasporti;

  • la nascita del gruppo di lavoro intercircoli su Scuola e Università.

    Calendarizzazione e programmazione

Il Segretario pone in evidenza la necessità di calendarizzare e programmare eventi ed incontri, differenziando tra tematiche locali e tematiche nazionali. In particolare, per quanto riguarda le tematiche a carattere locale, si intende proseguire gli incontri con gli amministratori per capire come si intenda procedere rispetto ai problemi del territorio attualmente rilevanti (ad esempio il Palazzo del Cinema). Come già rilevato con lo scorso Direttivo, oggi la questione principale è proprio la gestione dei rapporti con la Giunta rispetto ai problemi del territorio. Il Segretario propone di approfondire la tematica sullo sviluppo del Lido, cercando di pensare alle modalità con le quali poter affrontare questo tema. Inoltre sottolinea come si debba riprendere il lavoro del Partito a Pellestrina, nell’intento di raccogliere tutte le forze per risvegliare l’isola e i suoi abitanti.

Per quanto riguarda le tematiche nazionali, il Segretario propone un possibile evento sul Lavoro, data la centralità del tema nell’attualità e per l’identità del partito stesso. Avanza quindi l’idea di organizzare un evento con l’ex ministro Treu e Ignazio Musu, economista di Ca’ Foscari.

Parcheggio Malamocco

Reither presenta le attività del gruppo di lavoro che coordina, Mobilità e Trasporti. Si è segnalata la buona partecipazione alla riunione del gruppo del 2 aprile. La riunione era stata convocata per determinare le priorità del Circolo nelle politiche per la mobilità, cogliendo l’occasione fornita dalla notizia della volontà dell’Assessore Bergamo di costruire un nuovo parcheggio a Malamocco. In vista della presentazione del progetto mercoledì 11 aprile, il gruppo di lavoro si era espresso per un volantinaggio per affermare la propria contrarietà rispetto al parcheggio e al nuovo ponte previsto. Inoltre il gruppo di lavoro si era espresso a favore del rilancio del Put e del biciplan. Nel gruppo di lavoro si era rilevata anche la necessità di segnalare oltre alle criticità, anche un alternativa specifica nell’interesse di Malamocco, al fine di suggerire di dirottare i finanziamenti previsti per il parcheggio al completamento delle opere previste dall’Accordo di programma per Malamocco: in particolare si segnalava il completamento delle opere previste per l’area verde, chiamata Vidal, nei pressi della darsena di Malamocco.

Reither presenta quindi il volantino. Accordo unanime sui contenuti ma differenze rispetto al tipo di volantino. Segue discussione. Si suggerisce di renderlo più sintetico.

Ghezzo suggerisce che Povolato, Reither e Zanetti si occupino dell’opera di sintesi.

Piazzale Santa Maria Elisabetta (SME)

Reither introduce quindi la questione di Piazzale SME, in particolare la discussione avvenuta nel gruppo di lavoro sul progetto quasi definitivo, in possesso del gruppo. Poiché si trattava della prima volta che il gruppo di lavoro vedeva questo progetto, ci si è accordati sulla necessità di un’ulteriore riunione del gruppo al fine di analizzare al meglio il progetto.

Ghezzo sottolinea che le strade da seguire rispetto al progetto presentato siano essenzialmente due: il rifiuto del progetto e interventi radicali di modifica; accettazione del progetto per apportare controdeduzioni e miglioramenti.

Segue discussione di chiarimento rispetto alle scelte politiche possibili.

De Battisti decide di attendere la prossima convocazione del gruppo di lavoro Mobilità e Trasporti, in modo che il gruppo di lavoro riesca a raggiungere un accordo sulla strategia da perseguire.

Più voci nel Direttivo (Michieli, Milani) suggeriscono di convocare una riunione del Direttivo sulla questione di SME, dopo il gruppo di lavoro Mobilità e Trasporti, per adottare al più presto una posizione del Circolo sulla questione.

Povolato sottolinea inoltre come vi sia una estrema necessità di avere una posizione condivisa su SME.

 Escono: Ballarin, Carella, Reither, Vianello

Calendarizzazione e Programmazione

De Battisti quindi introduce la questione dell’organizzazione di eventi su temi nazionali. Suggerisce l’idea di organizzare un evento sulla Riforma del lavoro e il desiderio di organizzare almeno un altro evento a carattere locale.

Si apre la discussione.

Michieli propone di programmare delle attività per l’Assemblea e per il Circolo, suggerendo di organizzare almeno due incontri interni per l’Assemblea, alternando tematiche locali e nazionali. Nel caso delle tematiche locali, invitare qualcuno del Partito (ad esempio, bilancio comunale o legge speciale).

Zanetti suggerisce di alternare temi nazionali e locali negli eventi interni, dando la responsabilità a qualcuno del circolo, magari un giovane, di aprire le riunioni tematiche con una relazione sul tema.

Pozzobon si dichiara favorevole all’organizzazione dell’evento sul lavoro e suggerisce di dargli un’impostazione già da ora.

Povolato indica come sia già molto faticoso organizzare l’evento sulla riforma del lavoro e suggerisce di limitare ad uno il numero degli eventi esterni.

Si decide di aggiornarsi via mail su oggetto dell’evento sul lavoro e sui possibili temi, trovandosi comunque d’accordo sugli invitati proposti dal Segretario (Treu e Musu).

Gruppo di lavoro Intercircoli su Scuola e Università

De Battisti rimanda ad una mail di spiegazione al presentazione del gruppo di lavori intercircoli sulla Scuola e l’Università.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...