Topolinia, Paperopoli e la Città Metropolitana di Venezia

La nuova riforma che introduce le città metropolitane nasce nell’ambito di una revisione della spesa, dopo più vent’anni dalle leggi che ne disciplinavano l’istituzione, la legge 142 del 1990 e per la città metropolitana di Venezia la legge regionale 36 del 1993. Con il decreto del governo, la Provincia di Venezia sarà cancellata e l’1 giugno 2013 nascerà la Città metropolitana, il cui territorio coinciderà con quello della Provincia soppressa e il sindaco metropolitano sarà quello del Comune capoluogo coadiuvato da consiglio eletto tra i sindaci dei Comuni dell’area. Ammesso che i ricorsi al Tar, e soprattutto la Corte Costituzionale, non blocchino l’iniziativa del governo.

Eppure ci suscita alcuni interrogativi.

A che cosa serve? Esistono delle motivazioni di riduzione della spesa pubblica e si tratta di ragioni più che fondate, data la situazione economica e finanziaria dell’Italia. Si poteva demandarne alla Regioni tuttavia il compito, vincolandole al rispetto dei tempi. D’altra parte, se la Regione Veneto si fosse allertata prima, forse avrebbe potuto proporre un effettivo piano di decentralizzazione ragionata, magari favorendo le unioni di Comuni, che proprio nella nostra Regione, hanno registrato un qualche successo – vedi la Federazione del Camposampierese -. O magari avrebbe potuto riprendere e dare nuovo slancio a strumenti che esistono ma che sono sottoutilizzati, ad esempio le Intese Programmatiche d’Area (Ipa). L’Università di Padova ha una qualche esperienza in materia.

Tuttavia, se per un attimo accantoniamo le motivazioni di efficienza economica e di riduzione della spesa pubblica e se prendiamo in considerazione motivazioni di sviluppo economico, ci chiediamo se queste siano necessariamente dipendenti dalla creazione di un governo metropolitano del territorio della provincia di Venezia.

Inoltre, alcuni pensano che la frammentazione che ne verrebbe dalla scomparsa della Provincia, se non accompagnata da un altro processo di centralizzazione, genererebbe solo caos. Invece una gestione centralizzata da Venezia di un territorio così vasto e definito come metropolitano sarà semplice?

Infine, la questione dei confini. L’area metropolitana non può essere il territorio della provincia, poiché quest’ultimo, per ragioni storiche, ha tenuto assieme centri urbani e campagna. Ma città metropolitana implica un tessuto urbano caratterizzato da un alta densità di abitanti e attività: coincide con la provincia di Venezia?

Per concludere, siamo favorevoli a forme di maggiore coordinamento purché queste siano dettate da reali esigenze dei comuni interessati. Devono essere le politiche che si intendono realizzare a determinare l’assetto organizzativo dell’area metropolitana, senza preclusioni nei confronti di organizzazioni sovracomunali ma nemmeno ideologicamente ossessionati da forme di centralizzazione che potrebbero non avere senso per Venezia. Città metropolitana, area metropolitana, PaTreVe, area vasta: piuttosto che sui nomi, forse ci si dovrebbe concentrare sui servizi che si vogliono erogare.

Annunci

2 thoughts on “Topolinia, Paperopoli e la Città Metropolitana di Venezia

    • Ciao Franco, purtroppo le motivazioni legate alla spending review del governo Monti rendono le questioni poste superflue: la città metropolitana si deve fare per ragioni finanziarie. Forse c’è una responsabilità della classe politica locale, considerata la ventennale discussione sulla città metropolitana di Venezia. Si è perso molto tempo: in altri casi, come a Torino o a Bologna, almeno erano nate le conferenze metropolitane, che, con tutti i loro limiti, hanno rappresentato una buona palestra per il coordinamento dei comuni dell’area metropolitana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...