Il “tecnico” Vianello

Fa sorridere che sulla vicenda del Palais Lumiére, la Torre Cardin, si intervisti l’avvocato Alessio Vianello. Fa sorridere perché viene presentato come se fosse solo un affermato professionista della città e responsabile del primo accordo sulla chimica a Marghera, quand’era assessore nella seconda giunta Cacciari. Be’ il giornalista del Gazzettino non accenna nell’intervista che l’avvocato Vianello, oltre ad essere uno dei soci fondatori dell’ex studio RBVA (ora MDA), studio legale di una qualche rilevanza a Venezia, è anche responsabile veneziano dell’associazione di Luca Cordero di Montezemolo, Italia Futura, oltre che tra i fondatori di VersoNord. Eppure iI giornalista lo sa, tanto che lo scrive poi in una piccolissima intervista a fondo pagina sulla flexicurity.

Ma l’intervento importante di Vianello è sulla torre Cardin e il giornalista non accenna minimamente ai ruoli politici attualmente ricoperti dall’avvocato. Sembra l’intervista ad un tecnico.

Gioverebbe invece ricordare all’opinione pubblica, e un giornalista dovrebbe farlo, che chi si intervista ricopre un ruolo politico attuale, non solo passato. E che gli appelli che lancia alla classe politica locale sono appelli da parte di un competitor.

E nemmeno tanto occulto, visto che è tra i firmatari del Manifesto “Fermare il declino“, in compagnia di Oscar Giannino e altri, il possibile partito di Monti, come la stampa li definisce.

A meno che non si sospetti che il quotidiano della famiglia Caltagirone non voglia tirare la volata al partito montiano.

Ma sicuramente ci sbagliamo.

Marco Michieli, membro Direttivo Circolo Lido-Pellestrina

Annunci

10 thoughts on “Il “tecnico” Vianello

  1. finalmente qualcuno che “morde”, o meglio che dice le cose come sono invece del solito omertoso e altezzoso silenzio della sinistra su questi giochini politici dove il gazzettino è da sempre maestro.

  2. Fa sorridere un intervento che nella realtà non rivela alcunché . Che Alessio Vianello sia non solo avvocato ma anche presidente di Italia Futura Venezia e’ scritto appunto nell’articolo. Forse che il Pd , o speriamo solo l’autore dell’articolo, ha qualche difficoltà ad immaginare qualcuno che faccia politica pur avendo un proprio mestiere?

    • Si vede che Lei guarda le immagini dei giornali e non legge le interviste. Che fosse Presidente di Italia Futura Venezia è scritto in basso nell’articoletto sulla flexicurity. Si legga il Gazzettino, so che è un’impresa, non piace nemmeno a noi farlo.
      Ma nell’intervista principale non viene mai detto e il giornalista avrebbe dovuto riportarlo, visto che l’attualità della questione ha portato sicuramente molti a leggere solo quell’intervista.
      Vediamo comunque che Lei è disattento: il post non dice che Vianello non deve fare politica.
      Invece la questione è se un giornalista debba essere chiaro sulle interviste che fa e non a disposizione del potente di turno.
      Non si preoccupi, a tutti capita di leggere male.

  3. Si’ un’opinione basata su una non-notizia. Se e’ scritto che e’ Presidente di IF, e’ scritto. In uno o nell’altro degli articoli poca importanza ha. Se il giornalista voleva nascondere qualcosa come lei insinua avrebbe omesso il riferimento alla carica politica. Invece c’e e questo fa cadere la fragile impalcatura del suo ragionamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...