Casson sul Palazzo del Cinema di Venezia

Il vicepresidente dei senatori Pd Felice Casson ha presentato oggi un’interrogazione al Presidente del Consiglio Mario Monti, sottoscritta anche dal collega democratico Vincenzo Vita, sulla vicenda della realizzazione del nuovo Palazzo del cinema e dei congressi di Venezia e della conseguente nomina del commissario delegato Vincenzo Spaziante. Ecco il testo dell’interrogazione:

Atto n. 4-08116
Pubblicato il 7 agosto 2012, nella seduta n. 787

Casson, Vita- Al Presidente del Consiglio dei ministri. –

Premesso che:
con ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri 12 marzo 2009, n. 3746, articolo 13, è stato nominato il Commissario delegato per la realizzazione del nuovo Palazzo del cinema e dei congressi di Venezia, nella persona del dottor Vincenzo Spaziante, nell’ambito delle iniziative finalizzate alle celebrazioni per il 150° anniversario dell’unità d’Italia;
la delega, anche se in regime ordinario e non più straordinario, è stata prorogata fino al 31 dicembre 2012 con ordinanza n. 4001 dell’8 febbraio 2012 del Presidente del Consiglio dei ministri;
a tutt’oggi, si registra però soltanto il fallimento dell’operazione, certamente per motivi legati al rinvenimento di una pericolosa e considerevole discarica abusiva di amianto in loco, ma soprattutto per l’inopinabile incapacità di gestione amministrativo-contabile attribuibile ai vari soggetti istituzionali coinvolti nella vicenda a vario titolo e in momenti diversi;
tra l’altro, non va dimenticata nemmeno la vicenda processuale che ha portato in carcere alcuni “vice” del commissario per le note vicende legate al mondo d’affari relativo alla protezione civile;
considerato che:
forti e decise sono sempre state le contestazioni del Coordinamento delle associazioni ambientaliste, dei cittadini del Lido e di varie forze politiche, per motivi connessi sia alla tutela ambientale sia allo spreco incontrollato di risorse pubbliche;
attualmente, al posto del nuovo Palazzo del cinema esiste una grande voragine, tanto che più che di palazzo del cinema si parla un “Pala-buco”, ancora in cerca di una convincente e trasparente soluzione;
valutazioni giornalistiche parlano di inutili spese per una somma che supererebbe già ora i 40 milioni di euro;
sarebbe quanto mai opportuno disporre un’operazione di massima trasparenza sia sullo stato dei lavori sia sull’ammontare preciso e dettagliato di quanto speso per i lavori,
si chiede di sapere:
se il Presidente del Consiglio dei ministri sia a conoscenza di quanto esposto;
quale sia lo stato dei lavori;
quale sia l’ammontare preciso e dettagliato di quanto speso;
quali decisioni intenda assumere in vista della scadenza del 31 dicembre 2012, in riferimento al nuovo Palazzo del cinema.
8 agosto 2012
Ilaria Di Bella
Vicecapo Ufficio stampa gruppo Pd Senato
ilaria.dibella@senato.it
Annunci

2 thoughts on “Casson sul Palazzo del Cinema di Venezia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...