Allora ti candido la Puppato…

Pubblichiamo un post dal blog di Fabrizio Rondolino e Claudio Velardi, ex consiglieri di D’Alema.

“Mentre Bersani s’attiene ad un fairplay tecnico nei confronti di Renzi, senza ancora chiarire le regole delle primarie, le truppe anti-Matteo sono in campo alla grande.

Punti chiave viral:

Giommi: Ebbene credo non si possa ignorare che “il molesto giovanotto” che sfida Bersani, tale Renzi Matteo, è un esponente della destra neoliberista che si annida nel Pd, e che sta per divenire il campione sul quale punteranno tutti i “montiani duri e puri”.

Arnaldo Marca: Matteo Renzi inizia a Verona con un caffè già fissato alle 10.30 in compagnia del leghista Flavio Tosi, che gli ha tirato la volata…ritornerà pure ad Arcore da Silvietto?….Un furbacchione come non pochi!…Andrà anche tra gli operai dell’Alcoa?

Fioccano le caricature del sindaco, i “ti dico io chi è veramente Renzi” e si distinguono quei giovani “nominati”, o fan di “nominati”, perché comunque il deus ex machina delle candidature sarà Bersani, se vince. Pensano che Matteo tra i nominati non farà prigionieri.

I sostenitori di Bersani in Toscana, meglio dire i protagonisti delle faide interdiessine, rilanciano appena possono le accuse che di solito il Giornale rivolge al Sindaco di Firenze, i sindacalisti sono particolarmente attivi.

Ma non basta. Vi ricordate Debora Serracchiani, figlia di YouTube e di Franceschini?

Il più incapace ed innovativo leader dei Ds Walter Veltroni si era assunto il compito di mandare al diavolo il progetto democratico ed aveva puntato tutto su Franceschini. Frangetta Debora Serracchiani, a telecamere spente, dopo la sua intemerata anti dirigenti, strinse un patto col segretario Franceschini: entrò al Parlamento europeo, fece manco male e oggi punta alla presidenza sua regione. Debora respinse le offerte della mozione Marino perché temeva, a ragione, che questa fosse nata da una manovra di D’Alema e Bettini per battere Franceschini e Veltroni. Manovra riuscita: Pierluigi c’è, Marino e i mariniani non contano nulla nel determinare la linea Bersani tranne che sul tema delle unioni civili. Da allora, e da quando Dario sta con Pierluigi, la Serracchiani non può vedere Renzi ed ha dichiarato che probabilmente non andrà a votare alle primarie.

Accanto a Debora c’è un’altra ex rottamatrice, Laura Puppato, che assieme a Civati da Renzi è separata perché Matteo era troppo lontano dai radicalismi di sinistra su Fiat, sindacato, etc. Pippo e Laura sono lontani dal “fiommismo” dei Turchi (tra i quali sembra si delinei anche una sub frazione di Turchi buoni). Come contrastare Matteo che promette di sparecchiare tutto e dunque anche i seggi faticosamente allumati da Pippo e dagli altri e contesi coi Turchi? Se il panorama giovanile si affolla, come si fa ad avere garanzie di stare nella foto di un gruppo parlamentare che sarà comunque in gran parte rinnovato? Ma è chiaro, candidiamo la Puppato! Che soave dice “vedo il rischio di una guerra fratricida tra Renzi (che sbaglia) e Bersani, quindi mi candido. Il tentativo, neanche tanto nascosto, è di dare una mano a Bersani, di fare l’operazione Marino 2 senza neanche lo stesso peso. Vista la parata tra i giovani cloni, che annusano aria di porcellum, che altra strada ha Matteo per non affogare in un nuovo correntismo micropersonalizzato di ex-rottamatori? Riconfermare due slogan: AdessoTutti a Casa.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...